Curare I Disturbi Del Sonno Con Le Pietre Semi-Preziose

Allora, oggi ci sono due cose da esplorare. Prima di tutto ho già promesso che racconto delle cattive energie. Seconda cosa, -una delle amiche-blogger mi ha chiesto di prepararmi ad aiutare di curare i disturbi del sonno. E allora dovrei scegliere con che cosa incominciare.

Forse è meglio rispondere prima alla domanda.

Secondo me i disturbi del sonno sono una cosa molto complessa ed uno non deve aspettare i miracoli. Come diceva uno dei scrittori, l’ultimo miracolo è successo 2000 anni fà e da quei tempi non ce ne sono più. In un certo senso questo è vero. Perchè quello che noi chiamiamo “miracolo” alla fin dei conti miracolo non è. E’ qualcosa creato da noi stessi. 

Allora avviciniamoci ai disturbi del sonno.

Lo capiscono ormai tutti che il sonno non è altro che lavoro del nostro subconsio liberatosi dal volare dei preoccupazioni del giorno. Mi spiego. Quado ci svegliamo incominciamo pensare del lavoro, delle persone che ci fanno del male, di che fare per raggiungere questo o quello. Se guardi i tuoi pensieri per un po’ di tempo, puoi notare che quelli saltano e saltano. Da una cosa all’altra. Normalmente il nostro corpo, nostro subconscio ma anche l’universo/Dio/angeli/che altro vuoi non riescono penetrare questo saltare dei pensieri. Di notte la nostra mente non è “appesantita” di questo, perciò è facile capire che è che succede.

A questo punto uno può tentare due vie.

La prima è analisi di quello che stai sognando. Per un po’ di tempo è bene registrare i sogni e gli stati che ti succedono durante la notte. Scrivere semplicemente per facilitare il lavoro. A che serve inquinare la memoria con le cose inutili? Ogni volta analizzare: che succede nel sonno, perchè è cosi. Per esempio, nel sonno hai paura. Di che cosa hai paura? Come si presenta quello che ti fa paura? E -la cosa più importante- è sul serio che quella cosa ti danneggia o solo ti spaventi, ma alla fin dei conti non è vero? ecc

Questa è l’analisi. 

Serve a due scopi.Primo. Il nostro subconscio non ama se noi lo analizziamo. Se lo analizzi, smette di fare quello che fa. Nel nostro esempio smette di spaventarti se ha capito che tu lo hai svelato. E ti lascia dormire in santa pace. Secondo. Serve a capire che è che ci preoccupa, ci fa male, ci crea più problemi nella vita, insomma che cosa che dobbiamo curare, influenzare con i mezzi aggiuntivi.

La seconda via è di usare elementi che ti aiutano. Questi possono essere diversi. Per esempio, musica rilassante, asane se fai una delle yoghe, attività fisica di vari generi che porta a rilassamento. Nel mio negozio io voglio offrire due tipi di questi aiuti. Pietre.

Pietre profumate che emanano l’odore rilassante -li devi mettere nella ciotola, scuotere e dopo puoi girare sul fianco che ti porta il sonno. (A proposito, lo sai perchè il Buddha Dormiente nelle statue più importanti dorme proprio su quel fianco? E come lo devi fare tu?)

-E pietre semi-preziose che con le loro vibrazioni naturali mettono in ordine le tue vibrazioni naturali (beh, lo sai certo che ogni cosa ha propri vibrazioni, struttura atomica ecc -sono le cose da scuola media) aiutano il sonno, mettono a posto la tua aura e i tuoi corpi mentale, emozionale ecc ecc.

Per di più, io venderò le pietre già programmate per la guariggione. Ho gia scritto mi pare che si devono prima purificare le pietre, poi programmare con le preghiere, pensieri ecc perchè le pietre assorbono le energie ed addirittura le radiazioni. Ieri ho letto che aiutano addirittura con il trattamento di aids. Sinceramente l’ho letto solo ieri la prima volta e non ho capito bene in che modo lo fano.

Sempre si deve prima sapere a che serve questa o quella pietra. Ma che, non hai sentito che ogni minerale ha diversa struttura atomica -e di conseguenza produce diversi tipi di vibrazioni -e di conseguenza aggisce in modo diverso sulla nostra struttura atomica? Mica stiamo parlando di Harry Potter quà. Magia si, ma magia perfettamente naturale. E raggiungibile. 

Curare I Disturbi Del Sonno Con Le Pietre Semi-Prezioseultima modifica: 2008-04-19T12:35:00+00:00da liudfer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento